×
BENVENUTE E BENVENUTI SUL NUOVO LILACHAT!

SE SEI UN UTENTE DEL "VECCHIO" LILACHAT

Paura che non va via...

  • PaoloMondo
  • Avatar di PaoloMondo Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo utente
  • Nuovo utente
Di più
27/01/2020 10:47 #1 da PaoloMondo
Paura che non va via... è stato creato da PaoloMondo
Salve a tutti. Non so se questo post sia più per una parola di conforto, per senso di colpa o per paura vera. Il mio episodio sicuramente sarà identico a tanti altri che sono già menzionati in chat e non sarà degno di nota assolutamente ma continuo ad avere paura di aver contratto l'HIV. Questa paura è dettata dal fatto che ho avuto un rapporto con un escort sia orale che vaginale protetto ( e fin qui vi chiederete cosa ci sia da preoccuparsi). Ciò che non mi sta facendo dormire la notte è il dubbio sull'integrità del preservativo poichè non riesco a ricordare di aver visto il serbatoio pieno, preso dal momento non ci ho pensato , Preso dal panico ho contattato anche la ragazza che mi ha assicurato di fare sempre tutto protetto e di stare tranquillo. Nel frattempo mi sono documentato bene sia test e modalità di trasmissione e ho letto su un report LILA che nell'eventualità la persona sia infetta la singola esposizione è comunque a basso rischio ( pari al 0,3 - 0,5 %). Oltretutto determinate volte mi sembra di avere un rigonfiamento sotto il braccio sinistro. Tutto è accaduto il 9 gennaio e so è ancora presto per il test. Non riesco più avere le mie giornate e un consiglio mi farebbe bene

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
28/01/2020 13:31 #2 da LilaMod
Risposta da LilaMod al topic Paura che non va via...
Ciao PaoloMondo,
quello che hai avuto è un rapporto protetto e non c’è motivo di dubitare dell’integrità del profilattico. Generalmente il profilattico si squarcia in modo visibile ed è comunque necessaria una vera e propria lacerazione per consentire il passaggio dei liquidi biologici che contengono il virus. Non devi pensare che, date le dimensioni microscopiche del virus, l’Hiv possa passare attraverso micro fori o lesioni impercettibili.
Il test dunque non è necessario. È invece importante riconoscere quali sono i comportamenti a rischio e quali no, altrimenti si è portati a fare il test dopo ogni rapporto sessuale, indipendentemente dall’utilizzo del profilattico o meno.
Tieni presente che sono molte le persone che, come te, si rivolgono al forum dopo un rapporto a pagamento e che sono piene di dubbi e sensi di colpa pur non avendo corso alcun rischio di contrarre l’Hiv. Probabilmente, se non si fosse trattato di un rapporto a pagamento, non saresti così preoccupato. Forse è l’esperienza in sé che hai vissuto in modo ambivalente e che ora non ti fa vivere sereno. Per il futuro tieni presente che l’Hiv riguarda chiunque abbia una vita sessuale attiva, indipendentemente dal fatto che il rapporto avvenga all'interno di una coppia stabile o di un rapporto occasionale, tra persone dello stesso sesso o di sesso diverso. D'altra parte, è sufficiente rispettare poche e semplici regole per proteggersi dall'Hiiv e in questo caso tu lo hai fatto.
 

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • PaoloMondo
  • Avatar di PaoloMondo Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo utente
  • Nuovo utente
Di più
28/01/2020 17:11 #3 da PaoloMondo
Risposta da PaoloMondo al topic Paura che non va via...
Grazie per la risposta. Sei stato molto esaustivo e di grande conforto. Sicuramente hai ragione e  questi fastidi che sento da qual giorno probabilmente sono dovuti solo ad uno stress mentale. Però finché non vedo scritto NEGATIVO non so se potrò stare tranquillo al 100%

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • PaoloMondo
  • Avatar di PaoloMondo Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo utente
  • Nuovo utente
Di più
05/02/2020 15:59 #4 da PaoloMondo
Risposta da PaoloMondo al topic Paura che non va via...
Salve . Vorrei un chiarimento sulle modalità del test. Mi sono trovato a effettuarne uno di IV generazione presso il reparto di medicina trasfusionale a 25/27 giorni dall'evento ( perchè la data del referto risulta 2 giorni dopo il prelievo) risultato NON REATTIVO. Seguirò le linee guida ministeriali e lo rifarò per conferma a 40 giorni, ma volevo sapere una cosa: nell'eventualità ci fosse stata un'infezione il tipo di test avrebbe già potuto rilevarla?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Powered by Forum Kunena